12/09/2010

La creazione dell'anti-cultura?

Ogni anno arriva il momento delle classifiche riassuntive che tirano le somme di quanto successo nei dodici mesi precedenti..

Non troverete mai classifiche uguali... ci sono quelle settoriali (alias solo rap, solo metal ecc..), quelle generaliste (Pitchfork, Stereogum ecc..) o quelle dei singoli appassionati (come potrebbero essere le mie...)

Però guardando il tutto in ottica generale si nota sempre come, in fin dei conti (magari con posizioni diverse e con qualche eccezione), ci sia un parere concorde su molti dei dischi presenti in queste liste. Sia per una certa qualità oggettiva di fondo, sia perchè la preparazione e la competenza di chi fa certe classifiche permette di saper distinguere con maggiore facilità ciò che è buono da ciò che non lo è.

In tutto ciò, c'è una classifica che più di tutte, vuoi per il nome o per altro, crea sempre "notizia" e in qualche modo finisce per influenzare maggiormente l'opinione pubblica, magari anche quella di chi la musica tende a non seguirla.... la classifica di Rolling Stone.

A parte che le ho sempre trovate molto discutibili, fra le più discutibili in circolazione (compresi i vari top500 di tutti i tempi)... troppo USA-centriche, retrograde e con assurdità inspiegabili.

Assurdità che di anno in anno diventano sempre di più. Per il 2010 (la classifica la trovate QUI), nulla da dire sulle prime posizioni, ottimi dischi, presenti in tutte o quasi le classifiche che contano.

Magari alla 3 si può storcere il naso... per carità bel disco, fra le cose migliori di Elton John da almeno 2-3 decenni a questa parte... però nel 2010 mettere alla 3 un disco del genere fa strano.

Ma andiamo direttamente a quelle che sono le assurdità vere e proprie... la prima è Drake alla 7, la seconda (enorme) è Taylor Swift alla 13, ancora più ridicola se possibile è la 16° di Kid Rock... poi ancora, i KOL sicuramente non degni di una top30 (a meno di non aver ascoltato 50 dischi in tutto..), gli Spoon alla 22 con il loro disco più brutto e inutile, per finire poi con la clamorosa 28° posizione dei My Chemical Romance, disco che dovrebbe finire dritto dritto fra il peggio dell'anno...


Per carità, ognuno è libero di dire la sua e fare le proprie liste... ma quando sei la rivista musicale più conosciuta al mondo, si rischia di creare anticultura...

9 comments:

alessioboom said...

Vabbè anche per i singoli Katy Perry alla 4° posizione mi vien da ridere

zago said...

ghghg i singoli li ho volutamente omessi... quella 4° posizione non si può vedere...

vale9001 said...

Ma credo che sia una necessità dover rappresentare un pò tutti i genere musicali. Ovvero in campo pop/rock radiofonico è difficile riuscire trovare meglio di Speak Now, poi ovvio per chi odia il genere Speak now sarà solo peggio degli altri, che so da 5 mentre tutti gli altri da 2. Alla fine Rolling Stone è una rivista che tratta la musica tutta. Se considero solo i veri effettivi migliori album dell'anno faccio una classifica di indie-rock alternativo e ho finito, ma a che pro? Nella rivista accanto ad ogni disco vi è il genere di appartenenza, chi ascolta e preferisce il genere musicale della Swift vedrà così che è un disco che a lui potrà soddisfarlo molto e sarà contento. Chi sa che quella non è proprio la sua musica sa che gli farà schifo pure se è 13esimo sul rolling stone, queste classifiche non hanno lo scopo di convincere nessuno. Così chi ascolta la Swift dirà propabilmente che gli fan schifo gli Arcade, ignoranza musicale direte voi, infatti in classifica l'han piazzato molto più in alto. Per me è giusto così. So che voi direte c'è la musica bella oggettivamente etc.. ma per me la questione è questa ed è sensata e la condivido. Non mi scandalizzo se in classifica trovo qualcosa che non rispetta il mio gusto personale.

Pasqua said...

Non sono d'accordo con te sul disco dei My Chemical Romance. Lo trovo un lavoro positivo, e il fatto che sia stato quasi totalmente riconosciuto come un buon CD (dalla stra grande maggioranza dell riviste, più o meno autorevoli) mi fa pensare che io non sia proprio così in torto.
Cosa non ti va disco, e perché dovrebbe essere presente nei peggiori dell'anno?
Grazie, Andrea.

zago said...

anche classifiche di stereogum o chi altro (anche le mie) sono generaliste e rappresentano tutti i generi...

c'è il pop, il rock, il rap, l'elettronica, l'avanguardia, il metal, il soul ecc...

Non ha senso fare una classifica nel senso dì "nell'ambito di questo genere è stato il migliore dell'anno"...a sto punto ti fai 1000 classifiche diverse ognuna per sotto genere...

bisogna usare una visione a 360° gradi...

E poi suvvia stiam parlando di una rivista che ha messo un disco di Britney Spears fra il best dello scorso decennio... che ha messo (vado a memoria) Stadium Arcadium dei RHCP (uno dei 2-3 peggiori in carriera) come 2° disco migliore del 2006, la stessa che ha messo il disco del 2000 degli U2 fra i 500 migliori di sempre, tra l'altro sopra a "War"...qui si tratta proprio di sviste colossali..

vale9001 said...

Non ha senso fare una classifica nel senso dì "nell'ambito di questo genere è stato il migliore dell'anno"...a sto punto ti fai 1000 classifiche diverse ognuna per sotto genere...

Non l'avrà per te, hanno la loro libertà di organizzare la cosa come preferiscono e soprattutto secondo la loro linea editoriale. Linea editoriale che ha scelto di mettere Britney Spears nelle loro copertine, il che presume lettori che ascoltano anche questa musica. Devono dunque accontentare tutti i loro clienti, ovvero se io ho lettori che ascoltano musica pop che vogliono sapere qual'è il migliore disco pop dell'anno e comprano una rivista che segue anche questa musica devo dirgli qual'è il lavoro che devono avere uscito quest'anno se voglio accontentare tutti i lettori che ho deciso di seguire con la linea editoriale che ho dato al mio giornale. La loro scelta è di fare una classifica che sia un mix di tutto proprio perchè la loro rivista è mix di tutto, le classifiche specializzate le faranno le riviste di settore. Poi se Britney Spears non merita la copertina di una rivista musicale e per me quella rivista perde per questo in qualità non capisco perchè poi dare tanta importanza ad una sua classifica.

zago said...

Si ma scrivere per accontentare i lettori è fare il giornalista come Fede lo fa per accontentare gli elettori..

Bisognerebbe scrivere le cose come stanno fregandosene del proprio target... questo ovviamente se si vuol fare cultura...
se si vuole fare $$ il discorso cambia...

vale9001 said...

Non si intende questo. Si intende nella classifica deve starci anche un disco pop perchè noi abbiamo lettori che ascoltano questa musica, la nostra linea editoriale è questa .Riunione di redazione: la musica pop quest'anno ha fatto così schifo?. A dire il vero c'è quello di Taylor Swift che è fatto bene (parere soggettivo e criticabili come ogni altro album in classifica ovviamente ma che di fatto è risultati tale). Entra in classifica, questa è la scelta. Se no i lettori pop non si ritrovano più tra le scelte e cambiano il giornale. Questo significa che per loro Speak now è un disco meritevole, magari non tutti i critici lo metteranno nella loro classifica personale ma mi pare a giudizio personale un compromesse decisamente fattibile. Insomma non è gaga, perry, rihanna, kesha, ma una che almeno ha qualcosa da dire.

zago said...

a parte che "pop" vuol dire tutto o niente (anche gli Arcade Fire potrebbero essere tranquillamente pop),,,e a parte che anche considerando "pop", tutto ciò che è moooolto commerciale, ci sono stati dischi superiori a Taylor Swift...

E' lì il problema... solo perchè ho una linea editoriale di un certo tipo devo inserire nella lista degli album che non meritano?? O che meritano solo se si è ascoltati solamente 100 dischi in tutto l'anno e allora...toh, di questi 100, questi 50 sono i migliori..

Hanno lasciato fuori decine decine e decine di dischi.....