5/31/2010

Commenti agli album più venduti in Italia

Stasera ho qualche minuto libero, ne approfitto per dire due parole sugli artisti che al momento hanno venduto di più in Italia quest'anno. Cerco di riassumere il mio pensiero in poche righe.


LIGABUE : Gli album della prima parte degli anni '90 non erano affatto male, specialmente Buon Compleanno Elvis, che a mio avviso è uno dei dischi italiani mainstream migliori di quel decennio. Negli anni zero puro riciclo, fotocopia sempre più sbiadita di se stesso. Ultimo album in leggera inversione di tendenza, ma siamo comunque "aurea mediocritas". Rimane fra gli artisti da classifica più sinceri e tutto sommato dignitosi.

PIERDAVIDE CARONE : Un cantautore uscito da Amici? Possibile? A quanto pare sì... ovviamente mancano ancora credibilità, maturità e voglia di scrivere pezzi che si discostano in modo più netto dalla piattezza di certo pop italiano. Può avere un futuro salvabile se, appunto, dimostrerà di avere più coraggio.

EMMA : Qui c'è veramente poco, puro pop melodico italiano che fa tanto Sanremo anni '90.


MARCO MENGONI : Talento sprecato per ora, la voce c'è, l'attitudine c'è, il personaggio anche...manca ancora di cultura musicale (un po' ci ha pensato Morgan) e la voglia di sperimentare, di fare veramente qualcosa di nuovo per la musica italiana. Altrimenti rimangono le solite canzonette da due soldi cantate da una voce che può non piacere, ma almeno ha personalità.


VASCO ROSSI : Vale quel che ho detto per Ligabue ma anticipato di un decennio. Negli anni '80 tante belle cose (anche se lontano da essere la migliore musica italiana di quel decennio...Litfiba, CCCP, Battiato, Diaframma...) e pure nei primissimi anni '90. Poi carriera musicale completamente trascurabile, con una manciata di bei pezzi ("Gli Angeli") e tante canzoni inutili ("Rewind"). Tanto che importa... gli stadi li riempe sempre e comunque.

LADY GAGA: Sì, a volte scrive i suoi pezzi e suona anche il piano...e quindi? Va ammirata piuttosto per la capacità di sapersi vendere come prodotto a 360° in cui la musica, dal valore praticamente nullo, copre solo una piccola parte del prodotto. Le sue canzoni vanno bene come svago o intrattenimento in discoteca, ma se si vuole qualcos'altro dalla musica è meglio cercare altrove.


BIAGIO ANTONACCI : Onestamente mai fatto impazzire...qualche buon pezzo pop rock negli anni '90 ("Iris") e nulla più. Almeno ha sempre insistito per cantare live nelle apparizioni televisive (pur sapendo di poter incappare in stonature) e si vede che crede in quel che fa... però boh...


MICHAEL JACKSON : Che dire?? Una delle massime espressioni del pop. Togliendo per un secondo tutta la componente mediatica e iconica legata al personaggio e concentrandoci sulla musica è impossibile non concordare sul fatto che negli anni '80 ha fatto ottima musica. Di sicuro non la migliore, non la più importante e non la più innovativa di quel decennio, ma l'esempio perfetto (o quasi) di quello che dovrebbe essere il Pop.


MARIO BIONDI : Sicuramente unico nel panorama italiano e non solo e sicuramente bravo, però insomma...siamo nel 2010...

ALESSANDRA AMOROSO : Si sta affermando alla grande in classifica e se fa uscire qualcosa di nuovo entro l'anno potrà anche confermarsi. Però siamo alle solite: la discografia italiana sicuramente ha bisogno di prodotti del genere, un certo tipo di pubblico anche ma la musica italiana se vuole mettersi un po' al passo con i tempi dovrebbe smetterla con il pop che canta d'amore...

MALIKA AYANE : Ottima voce e anche una certa intelligenza artistica. Rende interessanti anche alcuni pezzi che altrimenti sarebbero banali...però ecco, sarebbe meglio se in futuro uscisse un po' da certi schemi, altrimenti sarà una cantante da Sanremo (fra le cose migliori ovviamente), ma pur sempre una cantante sa Sanremo.

NOEMI : Come per Malika, per quanto riguarda il pop italiano al femminile siamo su livelli abbastanza buoni. Anche per lei però è ancora presto per capire se potrà fare grandi cose o meno...l'impressione è che sia ancora limitata nella proposta musicale...con una voce di quel tipo dovrebbe lasciarsi molto più andare, senza freni.


LOREDANA ERRORE : potrebbe dare un po' di ricambio generazionale nell'ambito pop-rock al femminile (più pop che rock), di cui la Nannini è stata una maestra. Tanta strada da fare e anche in questo caso, cercare il più possibile di uscire dal sound tipico da talent show (praticamente sempre lo stesso...cambiano solo le voci)


BLACK EYED PEAS : un po' il discorso fatto per Lady Gaga... come intrattenimento in discoteca vanno benissimo, ma poi? Delle due erano meglio prima dell'arrivo di Fergie...Rap non memorabile ma almeno onesto. Li ho visti live nel periodi di Elephunk (il migliore del periodo Fergie) e devo dire che dal vivo erano abbastanza trascinanti, supportati bene da ottimi musicisti...almeno all'epoca. Ora, con tutti i suoni tamarri (furbacchioni, il rap stava scomparendo dalle chart soppiantate dalla pop-dance-electro..) non so se è ancora così.


SADE : Altro esempio di pop fatto come si deve... certo, è un po' fuori dal tempo ma la classe c'è sempre stata.

ELISA : A volete penso che sia un peccato... il primo disco era bello ("Labyrinth", rimane ancora un' ottimo pezzo), lo stesso, in parte, anche Asile's World. Poteva davvero fare grandi cose, poi a mio avviso si è un po' adagiata fra alti (collaborazioni con n.1 assoluti come Antony) e bassi (i bassi spesso sono i pezzi in italiano, in cui i testi sono quel che sono). C'è tanto di peggio in Italia, ma rimane un po' di rammarico.


LAURA PAUSINI : Per me è l'esempio perfetto di quello che la musica italiana dovrebbe smettere di essere. Massimo rispetto per la persona (mantenere certa umiltà nonostante il successo non è da tutti) ma per quanto riguarda la musica...meglio non dire niente


VALERIO SCANU : Non capisco... come si puà cantare canzoni di questo tipo alla sua età... musica vecchia, melodie vecchie e voce che, per quanto talentuosa, è fin troppo nei canoni del bel canto. I dischi di Michael Bolton sono il nulla più assoluto... meglio avere altri punti di riferimento.


NINA ZILLI : Ha fatto gavetta e questo è dalla sua parte e anche musicalmente sarebbe anche passabile (anche se cavolo...2010...sempre...) ma ha il più grande problema nel fatto che prima di lei alla massa è arrivata Giusy Ferreri e il paragone (per quanto superficiale) non può essere evitato.

MICHAEL BUBLE : Mah, mah, mah.... buona parte del repertorio sono cover, il resto sono pezzi da karaoke... alla fine un crooner di successo nel panorama musicale mondiale ci sta anche, ma insomma... non comprerei mai un suo disco.

TIZIANO FERRO : partito come prodotto molto teen-oriented ma con qualche novità per il made in Italy (il che vuol dire essere automaticamente in ritardo di qualche anno rispetto all'estero). Poi è migliorato, sempre di più e oggi scrive anche dei buoni pezzi, soprattuto le ballad o pezzi introspettivi ("Ti Voglio Bene"),
ma cade ancora nelle trappole di pezzi agghiaccianti (Raffaella è mia)

FRANCESCO RENGA : La nostalgia dei Timoria è ancora tanta ("Viaggio senza vento" è un discone)... rimane un discreto pop rock e una grandissima voce. Il lavoro quasi-lirico dell'ultimo disco è discutibile ma tutto sommato non del tutto da buttare.

GIANNA NANNINI : Un po' come Vasco negli anni '80 rappresentava quel rock italiano che sognava l'America. Qualche bel disco in quel decennio poi un po' di crisi creativa negli anni '90 e successivo calo di vendite. La rinascita creativa è arrivata prima (con "Aria") del ritorno al grande successo...ora siamo su livelli discreti, senza infamia e senza lode.

MADONNA : Personalmente, con tutta la grande musica che ci ha regalato gli anni '80, Madonna la metterei un bel po' indietro in un' ipotetica classifica. Da un lato si potrebbe colpevolizzarla di aver dato il via anni e anni prima al fenomeno delle lolite-pop di plastica, dall'altro bisogna ammettere che da quel lato era avanti. Il lavoro migliore (e forse l'unico realmente memorabile) rimane Ray Of Light. In pochi lo dicono, ma a ben vedere le sue mille trasformazioni musicali degli ultimi due decenni, non sono altro che tentativi di cavalcare l'onda del momento.

EROS RAMAZZOTTI : Rimanere praticamente identici a se stessi per più di vent'anni (quando già in partenza l'originalità, vocale a parte, non è certo di casa)... si può... quando hai milioni di fan che da te chiedono esattamente questo. Buon chitarrista e qualche bel pezzo pop in cantiere (soprattutto negli anni '90), ma successo spropositato rispetto ai reali meriti.

GIANLUCA GRIGNANI : "La fabbrica di plastica" era un grandissimo disco, prova coraggiosa (dopo un debutto buono ma troppo patinato) seguita da un altro bel disco (Campi di Popcorn). Poi una discesa abbastanza veloce, passando per brani veramente tremendi (L'aiuola) e prove minori. L'ultimo disco non è malissimo, ha scelte melodiche interessanti.


10 comments:

alessioboom said...

Tiziano Ferro farà buona musica, ma da tempo a questa parte è diventato un cantante da depressione cronica. Il 3° album è stato caratterizzato da canzoni lagnose, e dopo varie interviste in cui diceva che con il 4° album avrebbe cambiato sonorità ha fatto praticamente la fotocopia di "Nessuno è solo". E dopo il supersuccesso di "Alla mia età" mi gioco tutto che con il 5° album ci sarà la stessa solfa.

Emma Marrone è un prodotto ancora troppo prematuro. Parliamone appena pubblicherà un vero album. Del resto anche con Alessandra Amoroso lo scorso anno con il solo ep non si poteva dire molto.

Mengoni sa di nuovo per l'Italia. Però sta cadendo nel cerchio tipico in cui cadono i cantanti di Amici. Chi vuole intendere intenda ("bimbominkia")

Noemi e Malika mi piacciono molto, sarà sempre lo stesso pop all'italiana però le loro canzoni (a differenza di Ramazzotti o la Pausini) non mi dispiacciono per nulla. Comunque Noemi non la definirei cantante da Sanremo. Del resto il successo lo aveva ottenuto già da prima.

Per Carone ci dovremo sorprendere? Boh...comunque tutto sommato penso che sia il prodotto migliore mai uscito da Amici.

noemi said...

Loredana Errore potrebbe dare molto anche nel campo del rock...purchè trovi autori capaci!!
cmq vi lascio questa canzone scritta da lei prima di Amici: "LAME"
http://www.youtube.com/watch?v=0-Ts_ts74ss

AmoAle said...

Sono d'accordo su quasi tutti i commenti che hai fatto, anche su quello di Loredana Errore, però li non dipende da lei ed è questo che mi spaventa molto, la sony sembra non le dia molta importanza o almeno non quanto altri suoi prodotti più commerciali. Non so se hai sentito le sue canzoni, scritte e cantate da lei prima di Amici, in particolare Lame e Volo insoluto e anche un brano scritto da lei quando aveva appena 18 anni "l'ha detto Vasco".
Anche "Unica" di cui pero' non è autrice è un brano interessante.
Se le facessero cantare questo tipo di canzoni, sarebbe una boccata d'aria fresca per il panorama musicale italiano, ma purtroppo sai come vanno queste cose. Mi piacerebbe avere un tuo parere su i pezzi che ho citato.
www.myspace.com/loredanaerrore1
http://www.youtube.com/watch?v=0nkeMFFNA68
http://www.youtube.com/watch?v=36Se16-XxXA

pattok said...

il tempo stesso, il sole esiste per tutti,indietro,la travesata dell'estate.

dai non è proprio un disco di lagne....forse si notano di + le lagne perchè diventano singoli e la gente ne ha praticamente bisogno di sentirsi dire da una canzone che la sua vita è a pezzi...piuttosto che ammetterlo...

però in effetti...che depressione...:D


stop! dimentica,e raffaella è mia,baciano le donne.

si ecco NES era un disco di "lagne" , tarantola d'africa aveva già un sound diverso però..il resto è quasi sulla norma... mio fratello è bruttina ma già ti guarda alice e la paura che sono sorpendenti.

(da non dimenticare "il cielo" e "gli occhi"! ahauah :D)

nel 5o album rivoglio i fasti alla RossoR ,l'olimpiade e di più sono fenomenali...
ma concordo con te alessio....AME ha fatto un successone così grande che non può abbandonare questo stile lagnosetto (ma cmq apprezzabile).

poi concordo anche con l'analisi di zago...con xdono era praticamente uno strumento attira ragazzine poi è uscita l'olimpiade quindi..questo ragazzino non aveva la testa così vuota! e si nota interamente pure dal suo primo album.

la sperimentazione l'ha fatta con 111...fortuna sua che ha scritto sere nere...con altri singoli avrebbe floppato perchè la massa non li avrebbe apprezzati. (temple bar,10 piegamenti,mia nonna,chi non ha talento insegna)

pattok said...

noemi maturerà....

lo penso e spero davvero..un talento così va USATO .

per colpa tua e tutto questo scorre le trovo originali...si fa molto notare l'intrigante...all'infinito.

pattok said...

quoto tutto su ramazz e sugli amiciani....non ce ne vale manco 1...

marco mengoni invece...lo vedo interessante come un bicchiere d'acqua.... cioè allo 0% .

ayane si brava ma vero...proprio cantante da sanremo!

pattok said...

anzi aspetta...quando ramaz ha fatto qualcosa di interessante?

quello non lo quoto...la sua voce non mi piace proprio....

Pausini..tipica classica cantante italiana che tutti amano...non cambierà mai....rassegnamoci...e appreziamola appunto almeno per l'ultima e non per il variare ogni tanto.

alessioboom said...

Le prime canzoni di Ramazzotti erano belle dai!

Comunque pattok vedo che conosci molto bene i lavori di Ferro. Personalmente (non ricordo se era del 1° o 2° album) a me piace molto "Primavera non è più"...bellissima. Comunque a me Ferro è sempre piaciuto di più con lo stile dei primi album. Per le lagne già bastano Pausini Ramazzotti e via dicendo. E comunque ho notato che da quando ha preso questa strada i suoi ultimi album hanno avuto zero successo nel mondo e molto successo in Italia. Almeno prima vendeva un pò ovunque, Italia compresa

pattok said...

vabbè ok le prime..;)

bè ovvio che li conosco..è l'artista di cui posso parlare meglio musicalmente a 360 gradi.

quindi....primavera non è + è di RossoRel....si esatto anche quella proprio fuori dagli schemi (si capisce già dall'inizio della canzone con quel vocione) e molto veloce...

il successo di RR è irripetibile..(xdono fu cantata pure in inglese per il mercato britannico)forse con un'altra canzone come xdono avrebbe potuto restare a galla nei molti stati in cui si era fatto conoscere....xverso invece non ha retto dappertutto.. ma tardes negras e no me lo puedo explicar sono state utili.... la EMI lo voleva lanciare pure negli Usa ma non ci riuscirono xk naturalmente rosso relativo in italiano agli americani non interessa.(chi capisce i discografici è bravo)

bè poi..dopo che manchi 3 anni,tutti si dimenticano di te e dici che le messicane hanno i baffi...il flop in ulteriori stati arriva... (e non lo fermi neppure se ti fai depilare e se sei presente in ogni programma)

anche se stop!dimentica se l'era cavata bene in alcuni stati europei portando alto l'album.

ame invece in spagna è stato stabile..in germania belgio ha calato...in messico nonostante la grande promozione è stato solo alla 75 poi scomparso.

invece in italia è stato un crescendo di successo di album in album..quindi hai notato bene ;)

DARIO MORABITO said...

Ma tu sei il giudice del Mondo???parli di Renato Zero e non mi sembra che tu ne sappia molto...certi artisti non andrebbero proprio toccati!la tua penna è blasfema...Comunque,porta più rispetto al pop!